aidi

Riprenditi la città

concorso
Internazionale
5a edizione

V EDIZIONE

Dopo il successo delle scorse edizioni del concorso video Riprenditi la città, Riprendi la luce, AIDI (Associazione Italiana di Illuminazione)  lancia la V edizione.

Un’iniziativa che si propone di divulgare la “cultura della luce”, partendo proprio dai giovani, per stimolare in loro l’importanza che questo elemento riveste nella loro vita quotidiana e per conoscere e capire come i giovani, proprio attraverso la luce, interagiscono con la città dove vivono, studiano o lavorano.

Anche in questa V edizione i protagonisti sono i giovani dai 14 ai 30 anni, la luce e la città. Il video lo strumento per raccontarli: un breve filmato di 60 secondi che potrà essere girato con qualsiasi dispositivo mobile quale tablet, smartphone, videocamera, macchina fotografica, etc…Le città diventano il palcoscenico delle riprese video, dei racconti, i fondali illuminati, le scenografie colorate attraverso cui i giovani potranno narrare le loro storie, le loro piazze, i loro punti di ritrovo, di svago, d’incontro, di lavoro.

Uno sguardo giovane che attraverso tanti 60 secondi di altri sguardi, potrà restituirci non solo il valore della luce nella nostra quotidianità, ma costruire un nuovo e più attuale “palinsesto” dei loro sogni e speranze, dell’immagine delle nostre città e, soprattutto, di quello che i loro occhi guardano e ci comunicano.

Novità V edizione

Tra i premi speciali ci sarà anche la nuova sezione “LUCE e FOTOGRAFIA”. La luce, infatti, è anche un elemento importante della fotografia e un premio dedicato a questo connubio arricchisce e approfondisce le applicazioni della luce.

 

 

 

 

CATEGORIE E TEMI

Possono partecipare due categorie di giovani: gli under 18 e gli under 30 che potranno raccontare la luce nell’ambito di tre diverse sezioni tematiche LUCE E ARTE, LUCE E LUOGHI, LUCE E PAROLE.

LUCE E ARTE

La Luce è stata da sempre un elemento fondamentale per gli artisti che l’hanno sapientemente utilizzata per le opere d’arte. E la luce può aiutarci a leggere meglio un quadro o un’opera comprendendone meglio gli intenti del suo autore. La luce può anche far emergere dettagli architettonici e aiutare a scoprire edifici spesso dimenticati.

I video che partecipano a questa sezione tematica dovranno far emergere il valore della luce nella valorizzazione del patrimonio artistico.

LUCE E LUOGHI

Per luoghi si intendono gli ambienti sia interni che esterni di una città. I video dovranno raccontare la percezione della luce negli spazi urbani e il suo ruolo di valorizzazione e aggregazione sociale.

Per i giovani anche il rapporto della luce con gli spazi del proprio edificio scolastico può diventare oggetto di riprese e di elaborazione dei video.

LUCE E PAROLE

Le parole unite alle immagini e alla musica quando sono ben utilizzate danno forza alle immagini aumentano la loro potenza espressiva ed emozionale. In questa sezione i giovani  possono inviare corti con la costruzione di sceneggiature e storie che si ispirano alla tematica della luce.

 

CATEGORIE

La Luce e gli under 18

“La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio…”  (Franz Kafka)

La luce è patrimonio anche dei più giovani e AIDI, consapevole che la cultura della luce deve iniziare proprio dai “giovanissimi” per il secondo anno consecutivo estende la partecipazione al concorso anche agli under 18 coinvolgendo attivamente le scuole dove la luce può diventare anche oggetto di progetti e materia di studio. Così anche i ragazzi tra i 14 e i 18 anni potranno prendere consapevolezza dell’importanza che questo elemento riveste nei luoghi che quotidianamente frequentano.

Saranno riconosciuti tre vincitori, uno per ciascuna sezione tematica.

Premi
1° classificato
500 euro in buoni libro e un iPad

La luce e i giovani under 30

“L’amore dei giovani non sta nel cuore, ma negli occhi…”
(William Shakespeare)

Il concorso chiede ai tanti giovani videomaker e non solo, sempre più appassionati di questi mezzi, di rappresentare la luce nella sua quotidianità di spazio/tempo attraverso il loro sguardo attento e la loro sensibilità. Di narrare storie dove la luce con le sue infinite declinazioni e contaminazioni, diventa protagonista e “strumento” importante di racconti e di messaggi per tutti.

Saranno riconosciuti tre vincitori, uno per ciascuna sezione tematica.

Premi
1° classificato
2.000 euro

PREMI SPECIALI

Riprenditi la città – screenshot-video

Premi speciali

Premio speciale della giuria
1.000 euro

Sarà premiato il video che riceverà una menzione speciale dai giurati per la creatività dello stile utilizzato nel raccontare la luce.

 

MODALITÀ E TEMPI

MODALITÀ

Il corto potrà durare al massimo 60 secondi e potrà essere girato con un dispositivo portatile o mobile quale: tablet, smartphone, videocamera, macchina fotografica digitale, ecc. 
La partecipazione è gratuita,
individuale o in gruppo, formato al massimo da tre componenti, per i quali deve essere indicato un capogruppo.

TEMPI

17 gennaio 2018: Conferenza Stampa di presentazione del Concorso alla Triennale di Milano

30 aprile 2018: chiusura Concorso

17 maggio 2018 : Premiazione a Roma presso il MAXXI, il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, sede di importanti e prestigiose mostre internazionali.